Rinascimento Agricolo - Fiera Nazionale dell'Agricoltura

I Jeunes Restaurateurs d’Europe scendono in campo per Millenaria 2013, la Fiera Nazionale dell’Agricoltura – Gonzaga (MN) dal 31 agosto all’8 settembre – che riunisce le organizzazioni di categoria e di prodotto, le associazioni, i consorzi, le cantine, le strade e i Gal, da cui generano produzioni e filiere con ruoli strategici nel sistema agricolo nazionale.

Si tratta di un appuntamento di riferimento per i distretti agricoli di Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna ma con l’attenzione rivolta ai temi internazionali che riguardano le produzioni di eccellenza, il patrimonio zootecnico da primato, la sostenibilità e la salvaguardia del territorio.

Centoventi sono gli eventi in calendario tra esposizioni e rassegne di settore, convegni e workshop, corsi, mostre e spettacoli, su un’area espositiva di 120mila metri quadrati. Presenti, addetti ai lavori e tecnici di fama nazionale, politici e amministratori, influencers, 500 gli espositori provenienti da tutta Italia.

Confagricoltura Mantova ha scelto di avvalersi della prestigiosa collaborazione dei JRE per il momento clou dell’evento, la cena-convegno “Rinascimento Agricolo: analisi e proposte sul nuovo piano di sviluppo rurale” – si tratta del programma di rinascimento rurale a seguito del grande sisma che ha devastato città e campagne del nord lo scorso anno – a cui sono intervenuti gli assessori regionali di Lombardia, Gianni Fava, del Piemonte, Claudio Sacchetto, del Veneto, Franco Manzato, dell’Emilia Romagna, Tiberio Rabboni, e del Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello, per la prima volta insieme. Si sono confrontati con il presidente nazionale di Confagricoltura Mario Guidi.

Il dibattito è stato moderato da Davide Paolini, noto giornalista e conduttore radiofonico, curatore della rubrica domenicale del Sole24Ore, che ha illustrato anche le eccellenze gastronomiche servite durante la cena a cura di alcuni degli chef della prestigiosa associazione coordinati da Martino Crespi, PR & Event Specialist JRE, uno per ciascuna regione italiana rappresentata nel convegno, che hanno proposto un piatto capace di valorizzare la qualità del prodotto agricolo di partenza.

Le prelibatezze sono state preparate preparate da Silvio Battistoni chef del Colonne Hotel Restaurant di Varese (per la Lombardia), Christian Milone chef del ristorante trattoria Zappatori di Pinerolo (TO) (per il Piemonte), Davide Botta, chef del ristorante L’Artigliere di Isola della Scala (VR) (per il Veneto), Carla Aradelli chef del ristorante Riva di Ponte sull’Oglio (PC) (per l’Emilia Romagna), e da Alberto Tonizzo chef del ristorante Al Ferarut di Rivignano (UD) (per il Friuli Venezia Giulia).

Il sapore del coniglio nostrano lombardo è stato così esaltato dalle sapienti combinazioni di Battistoni ed ha aperto le porte a due primi d’eccezione, i superlativi risi e bisi di Botta e gli strepitosi agnolotti al Grana Padano di Milone. Lo stoccafisso battuto a legno e pietra è stato l’asso nella manica di Tonizzo e ha chiuso la kermesse una dolcissima bavarese alla Malvasia dell’altrettanto dolce Aradelli.

In sintonia con lo spirito della manifestazione i JRE, oltre a dare prova delle proprie abilità, hanno contribuito all’evoluzione del gusto contemporaneo valorizzando i prodotti del proprio territorio secondo una gastronomia rispettosa delle tradizioni ma ricca di creatività e rivolta al futuro.